LINKS
ABOUT
SOCIAL
  • White Facebook Icon
  • White Google+ Icon

ICONSCIOUS.IT

 iConscious™2017 è un marchio registrato ogni riproduzione è vietata

Please reload

Post recenti

"Se nessuno si perde, chi troverà nuove strade?" Spieghiamo cos'è la psicologia 2.0

March 7, 2018

1/3
Please reload

Post in evidenza

L'IMPATTO DELLA SORVEGLIANZA DEI SOCIAL MEDIA SUI RAPPORTI ROMANTICI

February 7, 2018

 

Forse ti sarà capitato di ritrovarti totalmente assorbito dai social media, tanto che tutt'un tratto hai cominciato a scandagliare i profili social media di un tuo parente, del tuo partner, dell'ex-fidanzata, magari di tre anni fa. Bene, non sei l'unico.

 

La sorveglianza sui social media, ambigua, insinuante e subdola, di solito comporta la ricerca di informazioni sugli individui e sulle loro relazioni (Tokunaga, 2011). Questo e fenomeni simili come il ghosting sono diventati tendenze regolari nelle relazioni sentimentali, lo “strisciare” attraverso le pagine dei social media di un individuo sta diventando una norma. Un gruppo di ricerca si è occupato di analizzare questo fenomeno e l'impatto che lo “strisciare” ha nel processo di formazione della relazione romantica poiché è molto facile tornare dopo anni nei profili e nei post di qualcuno su Facebook e su Instagram. Per la sua accessibilità il social network offre la possibilità di insinuarsi nei profili di potenziali partner romantici.

 

Tong (2013) spiega che lo stalking su Facebook è qualcosa che quasi tutti operano, ma nessuno vuole ammetterlo. “Strisciare” sui social media è diventato particolarmente importante tra la moltitudine di giovani adulti mentre navigano nel paesaggio sconfinato delle potenziali relazioni romantiche. Dalle ricerche è emerso che, i giovani di 18-29 anni sono quelli che maggiormente si impegnano in questo comportamento. I ricercatori hanno notato che c'è stato un aumento del numero di relazioni a lungo termine avviate sui siti di social network (Fox & Anderegg, 2014). Sembra che molti giovani stiano usando i social media per identificare alcune caratteristiche dei potenziali partner romantici. Forse i giovani adulti credono che strisciare sui social media fornirà loro abbastanza informazioni sul loro potenziale partner prima di impegnarsi in una relazione. "Questo flusso di informazioni consente agli utenti di ottenere una significativa ricerca di informazioni e una riduzione dell'incertezza sui potenziali o attuali partner, spesso a loro insaputa" (Fox & Anderegg, 2014).

 

Anche se questo atteggiamento strisciante può sembrare innocuo nelle fasi iniziali di una relazione, può diventare molto disordinato nella dissoluzione di una relazione romantica. Una delle potenziali conseguenze dei siti di social networking è che facilitano le connessioni sostenute tra ex partner dopo una rottura (Fox & Tokunaga, 2015). La mancanza di una comunicazione diretta faccia a faccia può portare le persone a prendere decisioni affrettate e si può passare molto rapidamente al prossimo partner, ritenuto più attraente che si incontra online, non a caso app di incontri come Tinder, si basano proprio sul principio dello sliding.

 

Quando qualcuno sceglie il partner successivo, sempre incontrato sui social media, è possibile che si stia perdendo la migliore opzione. In un post sul blog di Scott Stanley, intitolato aspettando il treno: “Alla ricerca di un compagno nel mondo moderno”, Stanley fornisce immagini potenti di una donna di nome Sam (Samantha) che attende con tanta pazienza che la sua anima gemella si unisca a lei. Come ha spiegato Stanley (2016): "Supponiamo che Sam abbia 10 treni da considerare nella sua vita. Con questa regola, lei dovrebbe controllare i primi quattro, ma non scegliere nessuno di loro. Quei poveri ragazzi non sanno nemmeno che non hanno possibilità. Sam è dura e sta lavorando alla regola. Ma a partire dal numero cinque, Sam è pronta a scegliere il primo che sia migliore di uno degli altri quattro visti finora. Se la migliore opzione di tutte fosse nei primi quattro, sarebbe piuttosto triste. Questo avviene, a proposito, perché le persone preferiscono intuitivamente il monitoraggio dei partner passati attraverso i social media; poiché questo è diventato estremamente facile da fare e alcune persone credono chiaramente che aumenti le loro probabilità di richiamare un treno (se disponibile) alla stazione. "

 

Forse alcune persone credono che se si rimane connessi sui social media, è più probabile che si mantenga la porta aperta con un partner passato, questo è un fenomeno che si riscontra anche nelle piccole cittadine o nei paesi per cui un partner passato, che inevitabilmente si trova a frequentare gli stessi luoghi di interesse, ha più probabilità di ritornare invischiato in un rapporto concluso per quella che era una giusta causa, anche anni prima. Recenti studi riportano che le persone utilizzano i siti di social network per cercare attivamente e allo stesso tempo evitare attivamente ex-partner durante il processo di terminazione (Tong, 2013). Quando le coppie si rompono, è molto popolare cambiare stato su Facebook, da impegnato a single, fin'anche le foto. Questo annuncio pubblico spesso fa sì che le coppie in frantumi percepiscano gelosia e causino molti altri problemi. Si può persino presentare una competizione su chi si stia muovendo più velocemente. Fox e Tokunaga (2015) notano che le persone più traumatizzate da una rottura hanno più probabilità di monitorare i loro ex partner online. Questo è fenomeno è paragonabile a un impegno asimmetrico perché chi è il più investito nella relazione è spesso colui che viene ferito di più. Sebbene siano molti i vantaggi della tecnologia che utilizziamo e nel connettersi con persone attraverso i social media, si è evidenziato che i social media hanno un impatto molto negativo sulle relazioni romantiche. Lo Strisciare (in inglese “Social Creeping”) sui social media conduce spesso all'insicurezza e ai confronti. Confrontare costantemente la propria vita o il proprio aspetto con gli altri sui social media, specialmente se expartner può essere estremamente dannoso e causare un molti inutili dubbi sulla propria persona. Questo potrebbe anche rendere più impegnativo impegnarsi di nuovo e investire in una nuova, esaltante e forse migliore relazione.

 

Valerio Imondi

 

 

Fox, J., Anderegg, C. (2014). Romantic relationship stages and social networking sites uncertainty reduction strategies and perceived relational norms on Facebook. Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, 17(11), 1-7.

  • Fox, J., Tokunaga, R. (2015). Romantic partner monitoring after breakups: attachment, dependence, distress, and post-dissolution online surveillance via social networking sites. Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, 18(9), 491-498.

  • Tokunaga, R. (2011). Social networking site or social surveillance site? Understanding the use of interpersonal electronic surveillance in romantic relationships. Computers in Human Behavior, 27, 705-713.

  • Tong, S. (2013). Facebook use during relationship termination: uncertainty reduction and surveillance. Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, 16, 1-6.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square